Garanzia della qualità negli accertamenti dell’idoneità alla guida

I requisiti richiesti ai medici risp. agli psicologi del traffico incaricati di svolgere gli esami di idoneità alla guida sono stati rivisti a seconda della funzione specifica.

Panoramica delle competenze dei medici, attualizzata il 1.7.2015

I requisiti previsti per i medici incaricati di svolgere regolarmente gli esami agli anziani e ai conducenti professionali sono meno esigenti che quelli per gli specialisti chiamati a valutare soggetti che hanno subito un incidente o escono da gravi malattie.

Gli accertamenti medici e psicologici dell’idoneità alla guida possono essere svolti unicamente da specialisti che dispongono di una formazione corrispondente e che si aggiornano costantemente.

Non si opera alcuna distinzione fra medici di famiglia e medici ufficiali. L’unico criterio dirimente consiste nella formazione e nella qualificazione specifica. Chi esamina soltanto persone anziane può decidere autonomamente come acquisire le conoscenze necessarie, frequentando un corso oppure tramite autoapprendimento.

In caso di risultato ambiguo dell’esame di verifica dell’idoneità, i medici avranno la possibilità di raccomandare al servizio della circolazione che la valutazione venga effettuata da uno specialista con un livello di formazione superiore. In tal modo si evita un giudizio conclusivo in condizioni di incertezza.

Queste novità contribuiscono al miglioramento qualitativo degli accertamenti dell’idoneità su tutto il territorio nazionale.

Sintesi delle informazioni fornite dall’Ufficio federale delle strade (USTRA).
Scheda informativa: miglioramento qualitativo degli accertamenti di idoneità alla guida, attualizzato il 1.7.2015

Avviso: Per rendere più agevole la lettura dei testi e dei grafici di questo sito web viene in parte utilizzato solo la forma maschile o femminile.